Le cinque regole d'oro dopo un incidente stradale

 

Può capitare a tutti di provocare un incidente stradale oppure di esser stato danneggiato da un altra vettura. Ma come bisogna comportarsi per non correre inutili rischi, anche di natura penale?

 

1. Dati personali

Innanzitutto bisogna mettere a disposizione del conduttore del veicolo danneggiato i propri dati personali. Nome, cognome, data di nascita e soprattutto l'indirizzo. Inoltre bisogna comunicare il nome della propria assicurazione. Se il conducente dell'altro veicolo rifiuta di dirvi il suo nome, allora bisogna chiamare la polizia.

 

2. Non lasciare il luogo dell'incidente

Dal punto di vista del codice penale, l'errore più grave è quello di abbandonare il luogo dell'incidente. Se non dovesse esserci nessuno, bisogna aspettare almeno 45 minuti, dopodiché è obbligo rivolgersi alle forze dell'ordine.

 

3. Non ammettere "colpe"

A volte un incidente può sembrare ovvio, ma non è mai così ovvio da giustificare un "ammissione di colpa", tantomeno per iscritto (in tedesco "Schuldanerkenntnis"). Chi ammette di aver sbagliato può essere una persona sincera, che di conseguenza avrà qualche grattacapo con la propria assicurazione. Non poche assicurazioni rifiutano di pagare il danno se trovano negli atti un ammissione di colpa da parte dell'assicurato.

 

4. Chiamare la polizia

Non esitate a chiamare la polizia nei casi seguenti: (a) la vettura incidentata non appartiene a voi (leasing, noleggio ecc.); (b) non avete tempo per aspettare che venga il proprietario della vettura da voi danneggiata;
(c) l'incidente è consistente.

 

5. Cercate testimoni / foto

Se siete soli in macchina, cercate attorno a voi un potenziale testimone che possa aver osservato l'incidente. Inoltre, visto che oramai ogni cellulare è monito di una camera, scattate delle foto, soprattutto dell'altra vettura e del luogo dove è avvenuto l'incidente.


altri temi in questa rubrica: